Centro Veneto Progetti Donna
Instagram YouTube Twitter FaceBook ico Newsletter Sostienici
safe button
safe button

TITOLO ATTIVITA

Il progetto IRIS - Istituire Reti, Integrare Saperi, nasce all’interno del Coordinamento regionale dei Centri Antiviolenza e delle Case delle donne vittime di violenza del Veneto (Coordinamento IRIS), coordinamento di diversi enti del terzo settore che gestiscono Centri antiviolenza e/o Case rifugio nella regione Veneto. Il Coordinamento ha come funzione il riunire organizzazioni di donne caratterizzate da una prospettiva femminista per collaborare, comunincare, mappare conoscenze  e formarsi nel contrastare e prevenire la violenza nei confronti delle donne e dei/lle loro figli/e, attraverso interventi di prevenzione, sostegno, consulenza e di ospitalità delle donne che subiscono violenza. L’approccio nella operatività e nel ruolo politico di questi enti è quello tipico dei diritti umani, e in particolare dei diritti umani delle donne. 

Partner del progetto sono gli enti Centro Veneto Progetti Donna – Auser, Belluno- DONNA, Questacittà, Telefono Rosa di Verona. I territori di svolgimento saranno dunque le province di Padova, Belluno, Vicenza, Verona, Venezia, Treviso.

Inoltre, partecipano al progetto gli enti Centro di Ateneo per i diritti umani dell’Università degli studi di Padova, Comune di Padova, Comune di Bassano del Grappa (VI), AULSS 7 Pedemontana, Comune di Noale (VE), Cooperativa Iside, a supporto delle attività.

Grazie al progetto IRIS - Istituire Reti, Integrare Saperi è possibile garantire una serie di scambi, formazioni e collaborazioni tra gli enti del coordinamento, al fine di costituire un insieme di conoscenze e competenze omogenee e un sistema antiviolenza più omogeneo nelle pratiche all’interno del territorio regionale. Ciò è possibile attraverso la promozione di specifiche pratiche tra i diversi enti del coordinamento, come la mappatura delle diverse conoscenze, la condivisione e comunicazione tra i diversi enti di informazioni e buone pratiche, la formazione delle operatrici su materie specifiche. 

L’obiettivo generale del progetto è aumentare le competenze specifiche delle operatrici che lavorano nei Centri antiviolenza e uniformare, per quanto possibile, il lavoro di gestione dei dati, l’operatività con le beneficiarie del servizio, i rapporti con le varie reti territoriali contro la violenza sulle donne nei territori provinciali, il lavoro di educazione dentro e fuori le scuole, il lavoro di comunicazione e sensibilizzazione e la gestione del volontariato.

Obiettivi

1. Valorizzare e diffondere conoscenze e competenze nell’operatività dei Centri antiviolenza e nelle Case rifugio 

2. Migliorare le conoscenze e competenze tecniche dei Centri antiviolenza su tematiche specifiche 

3. Migliorare le competenze delle reti territoriali di contrasto alla violenza maschile contro le donne

4. Rafforzare la rete del Coordinamento regionale IRIS

5. Migliorare la conoscenza dei Centri antiviolenza e dei servizi antiviolenza per la cittadinanza

 Azioni 

1. Mappatura delle competenze e formazione reciproca 

2. Piano di formazione da esperte/i 

3. Piano di formazione nei territori 

4. Costruzione della strategia comune 

5. Piano della comunicazione

Il progetto è finanziato dalla Regione del Veneto attraverso l’avviso per ADP 2020 - Decreto-legge 19 maggio 2020, n. 34, art. 67.